5 Febbraio 2019

Le vie di Milano diventano simpatiche calamite

Gae Aulenti - Milano - Calamite

A Milano esistono più di quattromila vie, con relative targhe. Spot&Get lo sa e vi permette di trovare facilmente ciò di cui avete più bisogno in questa giungla di città. Ma lo sa anche Emanuele Mantovani, artista milanese, le riproduce fedelmente in simpatiche calamite, realizzate a mano su commissione.

La location più richiesta è via Paolo Sarpi, ma vanno forte anche le superclassiche – piazza Duomo, via Brera, via Fatebenefratelli e via Canonica – e le nuove, come piazza Tre Torri e Gae Aulenti. Di recente, inoltre, ha cominciato a trasformare in calamite le targhe delle metropolitane di Milano. Mantovani lavora solo su commissione: dopo un attento sopralluogo che prevede la foto della targa perfetta (il nome deve essere rigorosamente scritto per intero, senza abbreviazioni!), si torna in laboratorio, dove avviene lo studio del carattere, che non è sempre uguale; poi si passa alla realizzazione vera e propria, che richiede circa un paio d’ore di lavoro.

I formati delle calamite e targhe di Milano

La collezione comprende calamite e targhe: le prime hanno una dimensione di cm 8 x 4,5 mentre le targhe da appendere misurano cm 16,5 x 8,5.

Le calamite vanno forte come regali originali, e spesso i destinatari sono Milanesi emigrati , ma c’è anche chi le richiede per sé: “Ognuno ha la propria Milano e le targhe o le fermate della metropolitana la raccontano” afferma Mantovani. Quest’ultimo racconta anche come gli è venuta l’idea: “Milano sta cambiando, nel bene o nel male, in un’evoluzione frenetica che di minuto in minuto muta le case, le piazze, le vie, la gente, le abitudini… ma loro (i cartelli con le vie), silenziosi, sono ancora lì, per il momento, come piccoli monumenti, testimoni storici negli incroci dei quartieri milanesi”. Le targhe con il nome delle vie diventano così icone di Milano: unici elementi a non mutare a fronte di una metropoli in costante – e sempre più rapida – evoluzione.

Non solo via Sarpi, via Gluck, corso Como e piazza Scala: per i più esigenti mantovani realizza anche targhe e calamite con nomi propri… del resto chi non vorrebbe una via o una piazza di Milano dedicata?